Stellantis, la fusione tra PSA ed FCA è solo l’inizio

Stellantis

Fiat Chrysler Automobiles e PSA Group hanno affermato che gli investitori hanno approvato la loro fusione da 52 miliardi di dollari e che le azioni della nuova società, denominata Stellantis, inizieranno a negoziare tra due settimane.

Con una produzione annuale di circa 8 milioni di veicoli in tutto il mondo e un fatturato di oltre 165 miliardi di euro (203 miliardi di dollari), si prevede che Stellantis giocherà un ruolo chiave nel salto dell’industria automobilistica nella nuova era dell’elettrificazione.

Stellantis avrà 14 marchi, tra i quali: Fiat, Maserati, Jeep, Dodge, Ram, Peugeot, Citroen, Opel, DS, ecc…

FCA e PSA hanno dichiarato di aspettarsi di completare il loro legame il 16 gennaio, in vista di una precedente indicazione che mirava a una chiusura entro il primo trimestre di quest’anno. Le azioni di Stellantis inizieranno a essere scambiate a Milano e Parigi il 18 gennaio e a New York il giorno successivo, hanno detto le due case automobilistiche in una dichiarazione congiunta .

In due separate assemblee straordinarie degli azionisti, tenutesi virtualmente lunedì a causa della pandemia di coronavirus, gli investitori di ciascun gruppo hanno sostenuto la fusione con tassi di approvazione superiori al 99% dei voti espressi.

“Siamo pronti per questa fusione”, ha detto Carlos Tavares, CEO di PSA.

Tavares, che diventerà CEO di Stellantis, ha affermato che l’accordo ha superato tutti i test normativi.

Tavares dovrà rilanciare le fortune della casa automobilistica in Cina, dove FCA e PSA sono deboli, razionalizzare un impero globale tentacolare e affrontare l’enorme sovraccapacità, oltre a concentrarsi sulla creazione di auto più pulite.

Il presidente di FCA John Elkann, futuro presidente di Stellantis, ha affermato che la nuova casa automobilistica “svolgerà un ruolo di primo piano mentre il prossimo decennio ridefinirà la mobilità”.

L’amministratore delegato di FCA Mike Manley ha affermato che il 40% delle sinergie previste dalla fusione proverranno dalla convergenza di piattaforme e propulsori e dall’ottimizzazione degli investimenti in ricerca e sviluppo. Manley guiderà le principali operazioni di Stellantis in Nord America.

Manley ha affermato che il 35% delle sinergie sarebbe guidato dai risparmi sugli acquisti, mentre un altro 7% proverrebbe dai risparmi sulle operazioni di vendita e sulle spese generali. Il resto delle sinergie è previsto dall’ottimizzazione di altre funzioni, tra cui logistica, catena di approvvigionamento, qualità e operazioni post-vendita.

FCA ha dichiarato  che pagherà ai suoi azionisti un dividendo speciale pianificato di 2,9 miliardi di euro il prima possibile, dopo il completamento della fusione.