Ferrari Daytona SP3, un bolide da 829 CV

Ferrari Daytona SP3, un bolide da 829 CV

La Ferrari ha presentato ufficialmente il suo ultimo modello in produzione limitata, la SP3 Daytona, che è il terzo membro della serie Icona dopo la Monza SP1 e SP2 del 2018. L’esotica hypercar è stata progettata per onorare la vittoria della Ferrari nel 24 Ore di Daytona nel lontano 1967. Quest’auto ha il motore a combustione interna più potente mai prodotto da Maranello, nascosto sotto una carrozzeria aerodinamica e ribassata. La SP3 Daytona è stata disegnata da Flavio Manzoni e dal suo team. I designer Ferrari si sono ispirati alle forme arrotondate delle splendide P3/4, P330 e 412P che dominavano Daytona negli anni 60, tuttavia la moderna hypercar ha un aspetto più aggressivo con bordi più affilati. Il design è dunque caratterizzato da uno splitter prominente e “paraurti” che fanno riferimento alla 330 P4 (1967), il muso affilato si trova più in basso rispetto ai parafanghi rigonfi che ricordano le vecchie auto da corsa Ferrari.

I fari a LED hanno una struttura complessa e un meccanismo a comparsa con “palpebre” retrattili, che richiamano ancora i modelli del passato. Il profilo di questo bolide è fortemente scolpito con porte a farfalla che integrano un air box e presentano superfici ispirate alla 512 S (1969-1970). Il parabrezza avvolgente e gli specchietti montati sui parafanghi contribuiscono al look esotico mentre aiutano l’aerodinamica. Grazie alle prese montate sulla porta non sono necessarie le tradizionali prese laterali, consentendo un design più pulito per i sinuosi parafanghi posteriori. Le esclusive ruote a cinque razze sono calzate con speciali pneumatici Pirelli P Zero Corsa sviluppati per la SP3 Daytona.