Bollo e auto ibride, in quali regioni non si paga il bollo?

Bollo e auto ibride, in quali regioni non si paga il bollo?

Con il passare degli anni, le strade del nostro bel paese sono sempre più percorse da auto equipaggiate con tecnologia ibrida. L’aumento di questa tipologia di vettura è sicuramente incentivato da un determinato numero di agevolazioni: risparmio sul carburante, sulle polizze assicurative, ecc…

Inoltre, in molte regioni italiane, le auto ibride sono addirittura esenti dal bollo. Per quanto riguarda le regioni settentrionali, troviamo Valle d’Aosta e Liguria che esentano le ibride dal bollo per ben cinque anni, mentre in Lombardia, l’agevolazione, che dura cinque anni dall’immatricolazione, prevede il pagamento di metà del bollo. In Veneto, niente bollo sulle ibride per tre anni. Nelle Marche chi immatricola un’auto ibrida non paga il bollo per ben sei anni. L’estensione è esattamente la metà nel Lazio e in Abruzzo. Per il sud Italia, in Puglia il bollo non si paga né per il primo anno né nei cinque successivi all’immatricolazione. A sua volta in Campania l’esenzione dal bollo, in vigore dal 2014, dura tre anni dall’immatricolazione. Un triennio è anche il lasso coperto dall’agevolazione in Sicilia. In Molise, invece, si scende a due anni di esenzione.