AUTONOMOUS EMERGENCY BRAKING

AEB – Autonomous Emergency Braking

Una frenata tardiva mentre si sta guidando spesso è la causa di un incidente evitabile. Che si voglia imputare come causa la distrazione, la scarsa concentrazione dovuta alla stanchezza o più semplicemente la poca visibilità stradale, un tamponamento o qualsivoglia sinistro porta con se non pochi gratta capi.

Ed ecco quindi che oggi, grazie allo sviluppo tecnologico avvenuto nel settore automotive, moltissimi veicoli sono equipaggiati con l’ Autonomous Emergency Braking (Assistente di frenata di emergenza).

Questo sistema di sicurezza ha il compito di evitare un ipotetico impatto identificando la situazione di pericolo e avvertendo così il conducente dell’auto. Inoltre, può ridimensionare la gravità degli incidenti inevitabili, riducendo la velocità di collisione e, in taluni casi, predisponendo all’impatto la vettura e le cinture di sicurezza.

Grazie quindi a dei sensori ottici posti sull’auto e al tracciamento della velocità e della traiettoria, l’AEB è in grado di stabilire, in una determinata situazione, se vi è un pericolo effettivo.

Se rileva una potenziale collisione, l’AEB prova prima (ma non sempre) ad evitare l’impatto avvisando il guidatore sulla necessità di intraprendere un’azione correttiva. Se il guidatore non interviene e l’impatto è imminente, il sistema applica una frenata. Alcuni sistemi applicano una frenata completa, altri una frenata parziale. In ogni caso, l’intento è quello di ridurre la velocità di collisione. Alcuni sistemi si disattivano non appena il conducente intraprende un’azione correttiva.